Primogeniti: più studiosi, quindi più a rischio miopia ?

Secondo uno studio inglese passerebbero molto più tempo sui libri rispetto ai fratelli minori, per cui avrebbero più probabilità di sviluppare una miopizzazione progressiva.

Miopia.jpg

La ricerca, pubblicata su Jama Ophthalmology, ha evidenziato come i primogeniti hanno una probabilità di dover correggere la miopia del 10% più alta rispetto ai fratelli minori e hanno un rischio maggiore del 20% che sia progressiva ed elevata.


Miopia_1.jpg

Secondo quanto riportato da www.corriere.it, l’analisi dimostrerebbe come nascere per primi   “FA MALE” alla vista a causa del maggior investimento sull’educazione da parte dei genitori, in quanto li inducono a studiare di più e quindi rimanere più a lungo. chini sui libri o davanti a un computer, focalizzando gli occhi sul vicino,

L’indagine è stata condotta da ricercatori dell’Università di Cardiff su quasi 90 mila inglesi i cui dati erano disponibili nella Uk Biobank, un progetto che ha raccolto informazioni sanitarie di 500 mila soggetti, per trarre conoscenze utili sulla prevenzione, la diagnosi e il trattamento di malattie tra cui tumori, demenza, patologie cardiovascolari e oculari.

I soggetti inclusi nell’analisi non avevano sofferto di malattie agli occhi, ma si erano tutti sottoposti almeno una volta a una visita.


CONCLUSIONI :

Quanto pubblicato dall’inserto del CORRIERE della SERA ed affermato dai ricercatori dell’Università di Cardiff, trova conferma anche nelle osservazioni quotidiane che possiamo effettuare sulle persone che ci circondano, per esperienza personale, nelle affermazioni della OMS ( Organizzazione Mondiale della Sanità ) e nei documenti del nostro Ministero della Salute.

Studiare fa MALE ? no di certo ….

ma da quanto appreso fa AUMENTARE la MIOPIA, …

e allora cosa fare ???

NON esistono farmaci,
NON esistono interventi chirurgici per contenere la Progressività della MIOPIA
l’unica possibilità che abbiamo è PREVENIRLA ….  RIDUCENDO la necessità di accomodazione … come si fa nei soggetti presbiti …

per approfondire CLICCA QUI

Miopia.jpg

Una prima importante possibilità di valutazione è da parte dei genitori , i quali con la loro capacità di osservazione giornaliera delle abitudini del proprio bambino o ragazzo, sono in grado di rilevare difetti di postura, difficoltà legate all’apprendimento ed eventuali effetti collaterali o sintomi dolorifici come dolore agli occhi,  dolore al collo, mal di testa o occhi arrossati.

In presenza di tali sintomi è consigliabile un semplice quanto utile controllo strumentale atto alla verifica dell’efficienza della funzione visiva per prevenire ogni ulteriore progressività.

ARGOMENTI CORRELATI : Quando e come controllare la vista ai bambini

Per appofondire :