Bambini iperattivi, svogliati o dislessici

Se Tuo figlio è in età scolare e manifesta svogliatezza nello studio, affaticamento, iperattività, disgrafia, dislessia, mal di testa,  cervicalgie …

o comunque gli insegnanti dicono  ” Suo figlio potrebbe fare molto di più ma non si applica “
NON sgridarlo o punirlo ma domandati se per caso è affetto da RCA (Ridotta Capacità Accomodativa) 

Il 25% e più dei bambini e ragazzi in età scolare sono affetti da RCA

la quale genera grosse difficoltà di lettura e di apprendimento. La maggior parte di essi, prima o poi, tende ad abbandonare gli studi. 

Cos’è la RCA (Ridotta Capacità Accomodativa) 

Si è in presenza di RCA, quando un bambino presenta difficoltà più o meno elevate nel dilatare/restringere il cristallino, e quindi passare agevolmente da una visione da lontano ad una focalizzazione da vicino e viceversa. 

Nella nostra società europea tale fenomeno fisiologico inizia verso i 46 anni di età  ed è conosciuto come PRESBIOPIA. 

Recenti studi anglosassoni hanno dimostrato come tale fenomeno sia presente anche prima di tale età, ed in particolare nei ragazzi in età scolare.

E’ una grossa e importante novità, in quanto NON è CONOSCIUTA dai genitori nè dagli insegnanti e, in linea di massima NON viene diagnosticata / considerata nemmeno dalla maggioranza dei Medici Italiani.

A seconda dell’ entità può creare difficoltà nello studio, generare affaticamento e/o mal di testa, iperattività e dislessia e spesso indurre all’abbandono degli studi

La OMS ( Organizzazione Mondiale della Sanità) e il nostro Ministero della Salute, stimano come tale problematica sia presente in modalità significativa almeno nel 25% e oltre dei bambini e ragazzi in età scolare, ed in modo lieve anche in percentuali più elevate, coinvolgendo perciò una larga fetta della popolazione.

Solitamente i bambini iperattivi, i ragazzi svogliati, il giovane presbite non sanno identificare / esprimere la causa del loro disagio nelle attività ravvicinate, lo ritengono normale e dovuto, anche se lo percepiscono fortemente penalizzante e fonte di DIS-Comfort.

Di contro anche i genitori e gli insegnanti non dispongono della cultura e delle conoscenze necessarie per identificare tale problematica come pure le ASL stesse non effettuano screening visivi di massa in età pre-scolare e in età scolare. 

La RCA non è conosciuta … ma esiste

Pertanto di fronte al disagio più o meno grave e manifesto dei bambini iperattivi e dei ragazzi con atteggiamenti di svogliatezza, tendenza ad evitare lo studio, scarsi risultati scolastici, ma anche in presenza di iperattività, disgrafia, dislessia, come pure di fronte alle evidenze di dolore al collo, cefalea ricorrente ed altri sintomi dolorifici, si è portati a pensare ad altre CAUSE quali  problemi del linguaggio, della crescita, agli aspetti psicologici, neurologici ed altre problematiche, ma raramente si pensa alla visione.

Altro elemento fuorviante è rappresentato dal fatto che spesso la RCA non è correlata ai vizi refrattivi più conosciuti quali: Miopia, Ipermetropia, Astigmatismo, Forie, Strabismo, Ambliopia (occhio pigro), Infatti una persona può avere una vista perfetta ma avere difficoltà a passare dalla visione da lontano alla visione ravvicinata

La Prova

Per CAPIRE e rendersi conto quale sia il disagio di un bambino o di un ragazzo affetti da RCA è sufficiente chiedere ad un 50 enne, meglio 60 enne o 70 enne di studiare o leggere in modo prolungato senza utilizzare gli occhiali da vicino.

A seconda dei casi il risultato sarebbe l’impossibilità di leggere o come minimo un forte disagio, un notevole affaticamento, accompagnato da mal di testa, occhi rossi e altri fastidi correlati. 

La stessa situazione è vissuta da un bambino iperattivo affetto da RCA conclamata, con la differenza che in funzione alla sua età, non ha la possibilità di esprimersi o adottare di sua iniziativa degli occhiali da vicino …qualcuno deve provvedere per lui.

Cosa FARE :

In prima istanza osservare con attenzione le manifestazioni dei bambini e/o ragazzi in termini di assunzione di posture anomale durante lo studio, la posizione dei libri e dei quaderni, gli atteggiamenti di iperattività, aggressività come su citati, ma soprattutto il campanello di allarme più comune è dato dai risultati scolastici insufficienti e dai sintomi dolorosi.

Quindi chiedere al bambino se è affaticato, se ha mal di testa, controllare se strofina gli occhi e/o se ha gli occhi arrossati.

Per fugare ogni dubbio è sufficiente effettuare uno Screening, vale a dire un controllo strumentale semplice e non invasivo all’apparire dei primi sintomi sopra descritti.

La Soluzione :

I GRAVI PROBLEMI riconducibili e/o correlati alla RCA (Ridotta Capacità Accomodativa) quali : disagio, svogliatezza, abbandono degli studi, iperattività, disgrafia, dislessia, unitamente a quanto su citato, sono risolvibili in parte e/o totalmente con la semplice adozione di un occhiale da vicino o meglio un’occhiale con lentiAntifatica, lenti Office, lenti Progressive a seconda dei casi.

La Prevenzione :

Pochi sanno che lo screening visivo nei bambini (Strumentale, non invasivo e semplice) è fattibile dai 6 mesi di vita in poi ed è consigliato ai 2 – 4 – 6 anni. 

bambini-iperattivi.jpg

Con un costo paragonabile ad un ticket puoi cambiare la QUALITA’ di VITA ed il FUTURO di Tuo figlio. 

Fai un REGALO a Tuo figlio

prenota subito un Controllo Strumentale della Capacità Accomodativa cliccando sull’icona sottostante